Martedì (6 ottobre), Chris Larsen, co-fondatore e presidente esecutivo della Ripple Labs di Fintech, ha dichiarato che la sua azienda sta valutando la possibilità di spostare la propria sede da San Francisco, in California, a una giurisdizione più criptica in Europa o in Asia.

Jed McCaleb ha co-fondato la startup FinTech OpenCoin

Chris Larsen è nato a San Francisco, California, e ha conseguito la laurea (B.S.) in contabilità e amministrazione aziendale nel 1984 presso la San Francisco State University (SFSU). Nel 2012, insieme a Jed McCaleb ha co-fondato la startup FinTech OpenCoin, che un anno dopo è stata rinominata Ripple Labs. Nel febbraio 2018, Forbes lo ha nominato „la persona più ricca di crittovaluta“.

I commenti di Larsen sono arrivati durante un’intervista con il reporter di Fortune Jeff John Roberts al Summit [virtuale] di LA Blockchain.

Di seguito una trascrizione parziale dei commenti di Larsen durante questa intervista:

„Beh, sfortunatamente, penso che gli Stati Uniti siano tristemente indietro nel fare un passo avanti verso quella che sarà la prossima generazione del sistema finanziario globale…

„Siamo stati in questa posizione incredibilmente fortunata in cui gli Stati Uniti sono stati l’amministratore del sistema globale con il 20% circa del PIL globale, ma in dollari costituiscono circa l’80% di tutti gli scambi… potrebbe essere anche di più…

„Questa è un’ottima posizione in cui trovarsi. È un privilegio incredibile, e ne hanno davvero beneficiato tutti gli americani, ma siamo stati messi alla prova in modo importante.

„Prima di tutto, dobbiamo parlare della Cina. Voglio dire, siamo in una guerra fredda tecnologica con la Cina, e questo va oltre lo spettro della comunicazione, della sorveglianza, dei grandi dati, dell’intelligenza artificiale, ma anche degli asset a catena e delle cifre, e la ragione è che la Cina ha riconosciuto che queste tecnologie sono la chiave per chi controllerà il sistema finanziario della prossima generazione“.

„E tutti noi sappiamo che il sistema finanziario che abbiamo oggi è scricchiolante, è tutto degli anni ’70… SWIFT e il correspondent banking non sarà il sistema con cui vivremo nei prossimi due decenni – troppo lento, soggetto a errori, troppo chiuso, troppo costoso, e la Cina non vede l’ora di essere quella che progetta il prossimo sistema.

„Hanno impegnato 1,4 trilioni di dollari per una varietà di tecnologie e la blockchain è proprio in cima alla lista. E si scende nell’inventario di dove si trova oggi la Cina – è impressionante. Stanno facendo un ottimo lavoro. Niente contro la Cina – dobbiamo ammettere quello che hanno fatto.

„Intendo i pagamenti digitali quasi onnipresenti a livello nazionale… numeri incredibili, vero? Questo li distingue da dove siamo noi. Ora sono molto più avanti rispetto a una moneta digitale della banca centrale: lo yuan digitale. Questo li sta mettendo in piedi per contribuire a diffondere lo yuan a livello globale. Un enorme vantaggio.

Controllano l’industria mineraria

Sai, tutte le attività minerarie di Proof-of-Work sono controllate dalla Cina. Guardate l’industria mineraria Bitcoin Compass – è controllata per circa il 65% da minatori cinesi… Qualcuno ha qualche domanda sul fatto che un minatore cinese sia sotto il controllo del Partito comunista cinese? Assolutamente no.

„I minatori sono padroni, giusto? Possono riscrivere la storia, se vogliono. Possono bloccare le transazioni. Quindi il vantaggio è enorme…

„Confronta questo con il luogo in cui si trovano gli Stati Uniti. Non abbiamo il dollaro digitale anche se gente come J. Christopher Giancarlo [ndr: ex presidente del CFTC] l’ha raccomandato. Dobbiamo andare oltre. Dobbiamo fare un lavoro molto migliore dei mercati dei capitali, delle autorità di regolamentazione, della Silicon Valley come le città… Lavorare insieme come fanno in tanti altri Paesi.

„E poi, finalmente, sapete, devo solo dirlo – sapete, negli Stati Uniti, tutte le cose a catena, la moneta digitale, iniziano e finiscono con la SEC. Bisogna dare credito alla SEC. Nel 2017 hanno affrontato un terribile problema di ICO, che doveva essere fermato.

L „hanno fermato, e dovrebbero essere ammirati per questo, ma questo era finito e ora siamo in questa guerra fredda tecnologica con la Cina e invece di puntare a incoraggiare l „innovazione degli Stati Uniti per tenere il passo, hanno fatto il contrario: hanno dato alla Bitcoin e all „Ethereum un lasciapassare – Sistemi di prova del lavoro; questo va a beneficio della Cina, stranamente, ma tutto il resto è ancora in un limbo o, peggio ancora, è regolato attraverso l „applicazione della legge.

„E il messaggio che ci sono le valute digitali non sono le benvenute negli Stati Uniti [Se] vuoi entrare in questo business, probabilmente dovresti andare da qualche altra parte.

„Per essere onesti con voi, stiamo anche pensando di trasferire la nostra sede in una giurisdizione molto più amichevole, sapete, molti di loro – Regno Unito, Svizzera, Singapore, Giappone – ed è un peccato. Quindi, dobbiamo cambiare qui, o perderemo la nostra leadership, la gestione del sistema finanziario globale. Sarebbe una tragedia per gli Stati Uniti“.